Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2018

Molte vite in una

Immagine
"Tutti abbiamo due vite. La seconda comincia quando realizziamo di averne solo una." La frase che ho riportato è originariamente di Confucio (filosofo e pensatore cinese, ancora oggi ritenuto uno dei maggiori saggi mai vissuti) che l'attore Tom Hiddleston riportò durante un'intervista al Comic Con di San Diego del 2013.Inutile che stia a tediarvi sulla mia ammirazione per le qualità recitative e, soprattutto umane, dell'attore sopracitate, o mi addentri nella mia quasi patologica fascinazione per Loki (sia il personaggio Marvel da lui interpretato, sia quello mitologico)...  "Non è questo il giorno!" mi perdonerà Aragorn per aver citato anche lui, ma ci voleva.
Ed è proprio questo di cui voglio parlare, ovvero delle tante vite che si possono vivere avendone solo una! Rendendosi conto che è la nostra unica possibilità e va sfruttata al massimo!

All'inizio della mia vita ero una bimba come tutte le altre (con un improbabile costume da galletto indossato …

Lady Oscar

Immagine
'Ci sono personaggi che, anche se non sono reali, per noi sono molto più che reali perchè ci toccano nel profondo.' Uno di questi per me è di certo Oscar François de Jarjayes conosciuta ai più come Lady Oscar. E' stata il mio personaggio preferito, quasi un feticcio, dalla prima volta che la vidi in TV a 3 o forse 4 anni.
Erano fin troppe le cose che ci accomunavano per non immedesimarmi...
Sono sempre stata un 'maschiaccio', quasi più di carattere che di modi e hobby, riuscendo ad essere amica e pari dei ragazzi piuttosto che delle ragazze.
Fin da piccola ho sempre ferocemente detestato il colore rosa (odio che perdura tutt'ora) e adorato l'azzurro, tanto che la me bimba di 5 anni fece il diavolo a quattro fino a che ogni traccia del detestabile 'colore da femminuccia' fu rimosso dalla sua prima cameretta da 'bimba grande' e sostituito con l'azzurro. Io, che la mia favolosa bisnonna Oriele chiamava 'al me picén' ('il mio pic…

20 VS 30

Immagine
Ispirata da questo video di Willwosh ho deciso di fare anche io il mio personalissimo 20 VS 30 basandomi su una lettera che scrissi a 25 anni, inviata e mai pubblicata, per un sito che raccoglieva le esperienze di vita dei malati di Atassia di Friedreich.
Vediamo insieme come sono cambiata, vi va?
Mi chiamo Alessia Mainardi, vivo a Parma, e tra poco compirò 25 anni. Ok, mi chiamo sempre Alessia Mainardi, vivo sempre a Parma nella stessa casa (molto cambiata dalla ristrutturazione, ma sono dettagli!) e tra poco compirò 34 anni.
Ho avuto i primi sintomi dell'Atassia di Friedreich intorno ai 13 anni, ma solo a 18, dopo aver passato una lunga sequenza di ortopedici che volevano raddrizzare il mio cammino barcollante chi con ginnastiche particolari, chi con plantari, e alcuni perfino con invasivi interventi chirurgici che avrebbero dovuto 'raddrizzarmi le ginocchia', sono arrivata davanti ad un neurologo che mi ha indirizzato a Siena. Dopo il ricovero e tutti gli esami del caso…